EOHS Term
Versione tedescaVersione ingleseVersione francese
 
Database terminologico
Seguendo i link presenti all'interno della scheda è possibile accedere ai testi legislativi di riferimento, ai diagrammi concettuali in cui appare il concetto, nonché ad altre schede del database terminologico correlate dal punto di vista concettuale o linguistico al concetto in esame.


Ipoacusia da rumore
Dominio: Sicurezza e salute sul lavoro => Malattie/infortuni => Rumore
Indicativo grammaticale
Sintagma nominale
Note grammaticali
Femminile singolare
Definizione
Sordità bilaterale causata dalla continua e prolungata esposizione al rumore.

Ulteriori informazioni
Il rumore, agendo su una particolare struttura dell'orecchio interno, può determinare effetti transitori o permanenti a seconda della sua intensità e durata. Infatti, una esposizione di breve durata ad un rumore che superi l'intensità di 70-75 dB(A) provoca un aumento transitorio della soglia uditiva (fatica uditiva) rapidamente reversibile dopo la cessazione dell'esposizione. Se l'esposizione si prolunga o aumenta di intensità, il fenomeno tende a perdere il suo carattere transitorio e diventa permanente. Si instaura così una progressiva sordità.
In un primo momento vengono colpite le cellule che rispondono alle alte frequenze: in questa fase la perdita di udito non viene notata dal soggetto, perché non si tratta delle frequenze del linguaggio sonoro; tutt'al più può capitare di non sentire più l'orologio o la suoneria del telefono. Aggravandosi il danno con il protrarsi dell'esposizione, il deficit si estende coinvolgendo progressivamente anche le frequenze più basse, fino ad interessare anche quelle del linguaggio parlato.
Fonte definizione
Legislazione europea
Direttive 2003/10/CE, 80/1107/CEE, 82/605/CEE, 83/477/CEE, 86/188/CEE, 88/642/CEE
Legislazione italiana
D.Lgs. 81/2008
Contenuto in
En